Denominazione del sito

Prodotto del mese

Oppo Sonica DAC
Oppo è un rinomato produttore di lettori DVD/Blu Ray/Blu Ray 4K Ultra HD/Media player, famosi per qualità video e affidabilità, e per quella audio dei modelli Top di gamma. Questi ultimi, oltre ad utilizzare convertitori audio digitali di ottima qualità, sono corredati di schede audio analogiche specifiche eccellente realizzazione. ...

Leggi  

TV OLED Panasonic TX-65CZ950

Panasonic famosa per la produzione di rinomati TV al plasma, abbandonati di recente e a malincuore, presenta da Buscemi hi-fi il proprio primo schermo da “65 con tecnologia OLED.

16 novembre 15

Iniziamo col dire che, nonostante le sigle LED e OLED siano molto simili e possano ingenerare l’idea che si tratti di prodotti apparentati fra loro, sono tecnologie completamente differenti. Volendo semplificare si potrebbe addirittura dire che quella OLED è più simile al plasma. Non tanto come fenomeno fisico, quanto perché in grado di controllare ogni singolo pixel. Questa in fondo è sempre stata la differenza fondamentale fra Plasma e LED.

In buona sostanza, negli schermi OLED ogni pixel è attivato e regolato direttamente e singolarmente. In questo modo è possibile generare variazioni di luminosità per ogni pixel che compone l’immagine. Negli schermi a tecnologia LED/LCD invece i singoli LED irradiano gruppi di cristalli liquidi variandone lo stato luminoso.  È evidente che questa seconda tecnologia non può avere un controllo assoluto nella costruzione dell’immagine, perché non controlla ogni singolo pixel in modo differenziato.

Dopo questa introduzione necessaria per evitare confusioni fra sigle simili, passiamo a vedere cosa offre questa prima interpretazione di Panasonic della tecnologia OLED.

Il modello arrivato in questi giorni anche in Italia è il TX-65CZ950: lo schermo è curvo, ha una diagonale di “65, risoluzione Ultra High Definition 4K (3.840 x 2.160). In attesa che arrivino lettori Blu-Ray Ultra HD per sfruttare appieno le possibilità di questo schermo, Panasonic supporta vari servizi di distribuzione di contenuti video online (Video On Demand), ad esempio di Netflix che sta puntando con decisione ad offrire trasmissioni 4K. Connettendo alla Rete informatica il TV e utilizzando le APP dedicate è possibile ricevere queste trasmissioni. 

Guardando in modo più approfondito le peculiarità tecniche offerte da questo modello, troviamo una versione dedicata del processore 4K Studio Master e un profilo preimpostato True Cinema elaborato dal colorista hollywoodiano Mike Sowa.

TX-65CZ950 include le più recenti specifiche adottate per il Blu-Ray Ultra HD: copertura del 90% del Gamut DCI P3 e dell’HDR (High Dynamic Range), per riprodurre immagini con un intervallo del colore e della luminanza più ampio. Fornendo una qualità video più dinamica, luminosa e realistica. Ricordiamo che nella determinazione delle specifiche del Blu-Ray 4K, sono stati introdotti questi parametri, oltre alla risoluzione più elevata, per rendere “immediatamente percepibile” l’incremento qualitativo delle immagini.

Altro elemento al quale Panasonic ha posto attenzione è la riproduzione del nero, cosa presente anche nei precedenti TV al plasma, soprattutto dopo avere acquisito un rinomato e apprezzato brevetto Pioneer. In questo caso il livello del nero viene definito Absolute Black. Questa definizione, che descrive la virtuale irrilevabilità strumentale del nero, esemplifica la capacità di visualizzare differenti tonalità di grigio prossime al nero, ottenendo un più elevato dettaglio nelle porzioni più scure delle immagini.       

A questo punto non resta che valutarne le prestazioni tramite visione diretta, cosa che consigliamo di fare. Nel nostro caso possiamo offrire questa possibilità avendo in dimostrazione il primo esemplare giunto in Italia.  

Per chi non avesse occasione di visionare direttamente il TV Panasonic TX-65CZ950, offriremo per ora una semplice e sintetica descrizione introduttiva.

Una premessa necessaria, nel visionare la riproduzione di questo TV non abbiamo utilizzato solo materiali 4K / Ultra HD, perché data l’attuale scarna disponibilità di questo tipo di contenuti, questi schermi dovranno offrire per diverso tempo valide prestazioni rielaborando, nei casi migliori, materiali nativamente 1080i e 1080p. 

Iniziamo dalla resa del colore, la quantità e qualità delle sfumature di colore colpiscono immediatamente se comparate con schermi che utilizzano lo stesso tipo di pannello e, ancor più, con schermi LED/LCD. La differenza è immediatamente percepibile, senza effettuare calibrazioni particolari. Osservando filmati conosciuti si notano varianti di colore che altri schermi non riproducono. Valide e utili le due modalità THX selezionabili, una di queste specifica per ambienti luminosi.

Absolute Black. Il colore nero è intenso e naturale, non artificioso. Effettivamente la distinzione fra questo e le varianti di grigio prossime al nero è efficace e ben delineata.

Il dettaglio d’insieme è elevato e ricco di sfumature, i contorni delle figure sono definiti e privi di disturbi.

È da sottolineare che l’intenso lavoro effettuato da Panasonic sul firmware, dimostra per l’ennesima volta che, al di là della base hardware utilizzata, l’ottimizzazione e il miglioramento della qualità dell’immagine si sta sempre più spostando su questo versante. Sempre più spesso nel mondo dei prodotti elettronici si assiste all’utilizzo di hardware comune che offre potenzialità che il software integra e sviluppa.     

Il Panasonic TX-65CZ950 include tutte quelle funzionalità avanzate di rete tipiche dei moderni TV. Innanzitutto utilizza il Sistema Operativo Firefox, questa scelta è apprezzabile perché invece di affidarsi ad una soluzione proprietaria, con i problemi di sviluppo nel tempo che solitamente si verificano in questi casi, ha optato per una soluzione standard, i cui sviluppi sono affidati ad una comunità Open tradizionalmente attiva nell’evolvere il proprio software. Firefox nota per l’omonimo browser Web, dovrebbe consentire a Panasonic di aggiungere e migliorare funzionalità nel corso del tempo.

Il Firefox OS si è rivelato veloce e fluido, solo alcuni passaggi particolari da delle funzioni ad altre hanno rivelato una certa lentezza. Le voci di impostazione del TV sono parse complete, così come il corredo di APP che espandono l’uso multimediale. Sono presenti le ricezioni wireless Bluetooth e Miracast, il Player multimediale UPnP/DLNA.

In conclusione diremo che il primo OLED di Panasonic ci ha colpiti innanzitutto per la qualità delle immagini, per la completezza delle funzionalità Smart e Online, per le possibilità di connessione che offre. Al momento lo consideriamo il migliore schermo televisivo in circolazione. Ovviamente tutto ciò ha un prezzo …

Bacheca

Naim Atom One-in-All
È da un po’ di anni che Naim si è segnalata per la realizzazione di apparecchi hi-fi All-in-One, dapprima con la serie Uniti e poi la serie MU-SO [...] Leggi
MQA High Resolution Audio online
Sia pur con un certo ritardo rispetto ad altre nazioni, anche in Italia da qualche anno è possibile accedere a servizi di Streaming musicale online, il più noto di questi è certamente Spotify [...] Leggi
Oppo UDP-203 4K Ultra HD
Oppo ha presentato un nuovo lettore Blu-ray 4K Ultra HD, il modello UDP-203 con l’intento di ripetere il successo riscontrato dai modelli che lo hanno preceduto [...] Leggi